AffariItaliani - Nasce l'associazione Lombardia-Russia. E attacca Luxuria.

  • PDF

piazza-rossa-russia--6-I due fucilieri di marina che da due anni sono internati in India probabilmente un grande errore lo hanno fatto. Non hanno esibito subito la bandiera con i colori arcobaleno, simbolo della “lotta omosessuale”, nè hanno mandato un twitter o un messaggino immediato denunciando la discriminazione subita.

Avrebbero così costretto il Ministero degli Esteri, l’Unione europea, gli Stati Uniti d’America e persino la sonda aerospaziale in orbita intorno a Giove a chiedere l’immediato loro rilascio. I due marò, insomma, non hanno fatto come Vladimir Luxuria, al secolo Vladimiro Guadagno, che, in cerca di facile pubblicità, ha voluto ingigantire il fermo da parte della truce polizia russa, non più sovietica da oltre venti anni, ma sempre di quella roba lì stiamo parlando. Visto che nei salotti radical chic è moda diffusa sparare contro la Russia di una altro Vladimir (Putin), quale migliore occasione per la propaganda progressista in servizio permanente effettivo di un ex parlamentare italiano “transgender” fermato dalla polizia perchè esibiva la bandiera arcobaleno con su stampata la frase “Gay è bello”.

Visto però che la polizia russa è più affaccendata nell’evitare a Sochi attentati terroristici minacciati dalle falangi islamiste, per essere sicuro di non passare inosservato, il buon Guadagno -Luxuria si è autodenunciato, postando una sua foto con tanto di commento provocatorio: “alla faccia di Putin”.

Fonte: AffariItaliani

Официальный партнер

Sputnik IT Banner